Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Giovedì 19 luglio 2018    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - Cinema e spettacoloStefania Castella

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

08 Luglio 2018
Edoardo Raspelli, Le storie di Melaverde in Valchiavenna
di Stefania Castella



Edoardo Raspelli, Le storie di Melaverde in Valchiavenna
Edoardo Raspelli ph Elena Tiraboschi

Edoardo Raspelli domenica 8 luglio per Le Storie di Melaverde su Canale 5 racconta di nuovo un prodotto storico della Valchiavenna: la brisaola. Esistono documenti che attestano che già nel Medioevo veniva realizzato questo salume di bovino per il quale si utilizzano cinque tagli diversi della coscia. Vedremo realizzare la brisaola secondo la vecchia ricetta artigianale che prevede anche una lieve affumicatura. Poi andremo a conoscere i "crotti", cavità ricavate nella roccia sul fianco della montagna, all'interno dei quali spira una corrente fredda proveniente dal cuore della montagna, che mantiene all'interno del crotto una temperatura tra i 4 e gli 8 gradi tutto l'anno. I crotti erano un tempo i frigoriferi naturali dove conservare la brisaola e gli altri salumi, insieme al formaggio e al vino. Erano anche punti di incontro e di aggregazione dove la gente poteva parlare e mangiare in allegria. I crotti assolvono ancora oggi queste funzioni mantenendo vivissima la storia e la tradizione di questo angolo di provincia di Sondrio.

EDOARDO RASPELLI " LE STORIE DI MELAVERDE"

DOMENICA 8 LUGLIO SU CANALE 5 ORE 11.50









  Altre in "Cinema e spettacolo"