Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Sabato 17 novembre 2018    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - SocietàStefania Castella

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

08 Novembre 2018
Il Rotary Club Campania dona tre crio-contenitori agli ospedali di Napoli e Avellino
di Stefania Castella



Il Rotary Club Campania dona tre crio-contenitori agli ospedali di Napoli e Avellino
La facciata del Monaldi di Napoli.

 

“Sensibilizzare e informare la comunità su un tema molto importante ed attuale: la conservazione del cordone ombelicale e la gestione delle sacche di sangue al fine di isolare cellule staminali.”

È questo il messaggio che il Rotary Club Campania - Napoli vuole lanciare in occasione della cerimonia di donazione di tre crio-contenitori, per il trasporto di sangue ed organi, agli Ospedali di Napoli (Monaldi e Pausilipon) e di Avellino (Moscati). Infatti, durante la serata, che si terrà Giovedì 8 Novembre (ore 19:30 presso l’Hotel Reinassence Mediterraneo, sede sociale del Club) il Rotary Club Campania-Napoli donerà i tre kit per la crio-conservazione (crio-contenitori) ai seguenti referenti dei tre ospedali: il Dott. Andrea Petraio (cardiochirurgo Azienda Ospedaliera dei Colli-Monaldi di Napoli), il Dott. Emilio Di Lorenzo (Primario Unità Operativa Cardiologia A.O. “Moscati” di Avellino) e Dott. Claudio Cerchione (Specialista Ematologo Ospedale A.O.R.N. “SANTOBONO-PAUSILIPON”).

Il Rotary Club Campania-Napoli nasce nel 2015 dalla volontà di 33 giovani manager, imprenditori e professionisti che, con grande entusiasmo e voglia di mettersi in gioco, hanno deciso di impegnarsi e mettere a disposizione le proprie esperienze di leadership riunendo le forze nei valori Rotariani e creando una nuova realtà nella zona Partenopea e Campana del Distretto Rotary 2100, ideando e realizzando iniziative atte al miglioramento della qualità della vita, a promuovere diritti e doveri di cittadinanza, all'abbattimento delle discriminazioni, a perseguire l’interesse generale della comunità. Ed è proprio da questi solidi valori e dalla consapevolezza che in Italia solo una donna su 4, delle 600.000 che diventano mamme ogni anno, conosce la possibilità di donare il cordone ombelicale, che nasce il progetto del Rotary Campania-Napoli con l’obiettivo in primis di informare e sensibilizzare: “ad esempio -aggiunge il Presidente del Club, il Dott. Luigi Laino- basta pensare che il cordone ombelicale, fino a qualche anno fa, era considerato un rifiuto organico che veniva eliminato subito dopo il parto, mentre studi recenti hanno dimostrato che il sangue contenuto nel cordone ombelicale è ricco di cellule staminali: vere e proprie salvavita per combattere patologie molto gravi quali leucemia, talassemia, anemia e tante altre. Pertanto -aggiunge- è importante che questa informazione venga estesa all'intera popolazione anche attraverso la nostra attività di service, donando strumenti e cooperando con gli ospedali del nostro territorio”. Infatti, purtroppo, nonostante i successi dei trapianti di cellule staminali e il riconoscimento unanime sull'importanza di questa pratica, in Italia non tutti gli Ospedali e le Cliniche sono predisposti per la crioconservazione e quindi per la successiva spedizione dei cordoni presso le banche del sangue. Anche nelle strutture attrezzate, non sempre il servizio è segnalato o suggerito da medici e infermieri. L’intervento del Rotary Club Campania-Napoli sarà quindi, volto a favorire la conservazione del cordone ombelicale ed intervenire laddove la struttura sia carente di attrezzature, partendo dalla priorità: con la donazione di Kit per la crioconservazione.

Giovedì 8 novembre presso l’Hotel Mediterraneo. 0re 19.30.









  Altre in "Società"