Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Sabato 19 settembre 2020    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - SocietàStefania Castella

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

10 Agosto 2020
Il mio pensiero Curvy: Al via la petizione su Change.org al ministero della salute
di Stefania Castella



Il mio pensiero  Curvy: Al via la petizione su Change.org al ministero della salute
Cora Gasparrotti

Parte dall’attrice Disney Cora Gasparotti, la petizione “Il mio pensiero è curvy” promossa su Change.org indirizzata al Ministero della Salute in collaborazione con il gruppo genovese Drop Your Tee (Michele Garibotti, Manuel Muratori e Francesca Pedrini). Il progetto nasce per chiedere una maggiore sensibilizzazione in merito alle tematiche del body shaming, con la speranza di distogliere una volta per tutte l’attenzione dalla ormai maniacale ricerca di un’estetica del corpo raramente verosimile non sempre sana e ripetutamente promossa dal mondo dei social e non solo. “Nei mesi scorsi un piccolo problema di salute mi ha portato dall’essere sottopeso a diventare normopeso”- afferma l’attrice conosciuta al grande pubblico per aver interpretato Virginia nella serie tv “Sara e Marti #lanostrastoria”. “Da quel periodo sono nate in me delle riflessioni sul “come mi vedo” che ho avuto modo di condividere con tantissimi miei fan. Da questo confronto sul mio profilo Instagram @coradaicapellirossi è nata l’idea della petizione e di questo progetto (online dal 13 agosto) con cui mi auguro di creare una comunità del “pensiero curvy” ovvero un pensiero goloso di nuove informazioni e punti di vista, aperto al nuovo e al non convenzionale. Spero sia un contributo affinché tutti quelli che soffrono di queste problematiche possano iniziare a sentirsi meno soli e bene con se stessi” conclude l’attrice.








  Altre in "Società"