chiudiX
Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Venerdì 18 agosto 2017    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Sport - SportFrancesco Pisani

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

16 Aprile 2017
Gran Premio di Cina F1: la Ferrari c'è!
di Francesco Pisani



Gran Premio di Cina F1: la Ferrari c'è!
cina f1
Dopo la vittoria inaspettata alla prima gara della stagione in Australia, c’era molta attesa per questo secondo gran premio. Tutti volevano capire se la Mercedes era davvero in difficoltà ma soprattutto se la Ferrari era stata solo fortunata o se era davvero una macchina competitiva.

Ebbene sono arrivate delle conferme. In primis la Mercedes di Hamilton si dimostra ancora la vettura da battere. Il distacco appare ridotto ma il duo funziona ancora bene. E se il team non commette errori di strategia come accaduto in Australia rimane ancora la macchina migliore. Bottas invece sembra ancora in fase di apprendimento. E da lui perlomeno in queste prime gare ci si aspettava di più. Siamo sicuri che nel giro di 5/6 gran premi si porterà al livello del compagno di squadra.

Per quanto riguarda la Ferrari, invece, si può dire che il progetto della nuova vettura sia ben riuscito. I piloti sono soddisfatti e si vede in pista. Sarà importante non mollare lo sviluppo della vettura durante tutta la stagione e soprattutto c’è da sperare che Raikkonen torni a viaggiare come nelle ultime gare del 2016. Cioè più veloce persino del compagno di squadra. In Cina, infatti, il distacco tra i 2 piloti è apparso un po’ troppo evidente. Vettel si dimostra concreto ed efficace ma soprattutto soddisfatto della propria vettura-.


Cosa questa che non è accaduta lo scorso anno. E tutti sanno quanto sia importante per il pilota la convinzione di avere la macchina "giusta". Crea un feeling cha da solo vale decimi..


Il timido e introverso Kimi, invece, si dimostra meno aggressivo e sembra quasi distratto in gara. Tanto che Marchionne gli riserva una toccatina velenosa. Speriamo gli serva da stimolo per tornare il pilota veloce e freddo che tutti ammiriamo.


Per quanto riguarda gli altri team possiamo dire che la Red Bull si dimostra sempre solida ma anche in casa del toro il distacco tra Ricciardo e Verstappen rimane. Con l’olandese che non perde una gara per mettersi in luce e il simpatico Daniel che subisce un bel sorpasso dalla Ferrari di Vettel.



La Williams appare stazionaria mentre in grande crisi sono le McLaren. Peccato che un team di tale portata non stia riuscendo a fare il salto.


Chiudiamo con una nota tecnica e un filo di polemica: non è che per caso il freno imposto dalla federazione alle sospensioni delle Mercedes è ciò che ha ridotto il divario tra la stella a 3 punte e tutti gli altri…?


Nessuno lo sa ma certo si poteva intervenire prima..







  Altre in "Sport"