Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Lunedì 15 agosto 2022    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - SocietàStefania Castella

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

14 Giugno 2022
Una pizzata con Maura Anastasia ed Edoardo Raspelli per aiutare Andrea Cisternino e i suoi cani salvati dalla guerra
di Stefania Castella



Una pizzata con Maura Anastasia ed Edoardo Raspelli per aiutare Andrea Cisternino e i suoi cani salvati dalla guerra
Andrea Cisternino l'evento per sostenerlo

Ha fatto una scappata in Italia: ha salvato dalla guerra di Putin contro Kiev le centinaia di animali malati od abbandonati che aveva raccolto; li ha salvati dalle bombe e dalla fame ed oggi ritorna per qualche ora a casa. Andrea Cisternino mercoledì 15 giugno dalle 20 è a Magenta (in provincia di Milano), alla Pizzeria 629 (via De Medici 80) dove racconterà dei difficili giorni di guerra e risponderà a tutte le domande che gli amici vorranno fargli sugli animali (cani e non solo) ai quali ha dedicato la sua vita perché il suo motto è “Non l’ho fatto per coraggio: l’ho fatto per amore”.

 

Ci saranno anche, tra i primi che hanno raccolto il suo grido dall’allarme e richiesta di aiuto dall’ Ucraina, “l’Amica degli Animali” per antonomasia, l’attrice Maura Anastasia, ed Edoardo Raspelli.

 

La pizzata costa 20 euro a persona (pizza, bibita, caffè e sorbetto) e vi è compresa la donazione ad Andrea Cisternino per il suo Rifugio Kj2 Italia.

 

Per informazioni e prenotazioni:

 

Leonardo 334.3600330

 

Cinzia 349.7397262

 

 

 

 21 MARZO 2022: L’APPELLO LANCIATO CON 5.000 EMAIL DA MAURA ANASTASIA ED EDOARDO RASPELLI

 

PER SALVARE ANDREA CISTERNINO ED I SUOI ANIMALI

 

 

 

 

 

ANDREA CISTERNINO ED I SUOI 4 COLLABORATORI

 

SENZA CIBO NE’ ACQUA A KIEV DISTRUTTA

 

 

 

Rischiano di morire anche le centinaia di cani randagi ed altri animali che l’ex fotografo ha pietosamente accolto in dieci anni nel suo Rifugio Kj2-

 

L’ aiuto di Antonio Razzi, Eleonora Mendicino, Gianluca Comazzi, Edoardo Raspelli…

 

 

 

Romano di origine, bravo fotografo già in gioventù, si è sempre distinto per il suo grande amore per gli animali. Un amore così grande che spesso lo ha mandato incontro a situazioni anche molto difficili. Da più di dieci anni cura il suo "Rifugio Kj2 " a nord di Kiev dove ci sono tantissimi animali di tante specie diverse, tutti salvati da situazioni difficili, randagi malati, picchiati, od abbandonati dai loro padroni. Lui, Andrea Cisternino, poi li ha rimessi in piedi con un amore incredibile che supera tutto.

 

Fino ad ora niente e nessuno era mai riuscito a fermarlo, neanche un incendio doloso che gli aveva semidistrutto il rifugio ed ucciso molti dei suoi amati quattro zampe.

 

Fino a poche ore fa non lo aveva fermato nemmeno la guerra, neppure l’invasione russa contro l’Ucraina e i bombardamenti, la distruzione di case ospedali e rifugi, il massacro, le stragi dei civili uomini donne vecchi bambini. 

 

Andrea Cisternino invece adesso è bloccato insieme ad altre quattro persone e i suoi 400 animali in una zona controllata dai russi. Sono senza acqua e cibo da giorni.

 

La richiesta d' aiuto arriva attraverso il coraggioso giornalista Claudio Locatelli che dall' Ucraina, con un video, ha fatto sapere la grave situazione di Andrea, dei suoi amici collaboratori e del loro rifugio.

 

Tra i tanti, Andrea Cisternino ha una grande amica, anzi, l’“L’Amica degli Animali” per antonomasia, Maura Anastasia, sarda di origine ma da sempre nella Bergamasca, che lancia un accorato appello: alla Farnesina, all' ambasciata italiana perché seguano con urgenza questo caso.

 

“Bisogna salvare il nostro connazionale!” Occorre far arrivare soccorsi con la Croce Rossa ma è necessario che ad attivare questo sia il governo ucraino. L' ambasciata italiana in Ucraina con sede a Leopoli dice di conoscere il caso e che se ne sta occupando. Ma la situazione non è così facile, la Farnesina infatti, visto l’aggravarsi della situazione, aveva invitato gli italiani a lasciare l’Ucraina.

 

“Io Andrea lo conosco bene, conosco il suo grande amore per gli animali che ci accomuna; lui non lascerà mai il suo rifugio e i suoi animali; è capace di morire per loro. Spero che dal cielo mio figlio Jacopo, che anche lui conosceva bene, gli dia la forza di resistere, gli mandi un angelo a salvare lui e i suoi animali” - così dice Maura Anastasia.

 

Maura Anastasia, attrice e grande amante degli animali, ricorda come lei ed Edoardo Raspelli (insieme hanno sempre fatto beneficenza e si sono prodigati per fare raccolte cibo con mille iniziative tra calendari, filmati, pubblicità senza scopo di lucro) abbiano conosciuto Andrea Cisternino. Nel 2015, un contadino poco di buono gli incendiò il rifugio e loro due, sempre pronti a fare beneficenza, organizzarono una cena per poterlo aiutare. Ma tutti in Italia, tra associazioni e amicizie, vogliono bene e hanno sempre aiutato Andrea, un eroe che si è sempre distinto per il suo coraggio.

 

 

Maura Anastasia nel sentire la situazione che ora è diventata gravissima si è prodigata a mettere in allarme prima Edoardo Raspelli, poi un’amica, la giornalista Loredana Mendicino ed infine l’amico comune Antonio Razzi che ha provveduto a sollecitare ulteriormente il governo italiano.  Tra le migliaia di persone ed associazioni che hanno seguito attivamente questi momenti e si sono prodigate per aiutare ci sono stati anche, in particolare, il consigliere regionale della Lombardia Gianluca Comazzi, Gianluca Felicetti presidente nazionale della associazione LAV, Anna Rita Salaris e tutta l’associazione L.E.I.D.A.A. di Michela Vittoria Brambilla.








  Altre in "Società"