Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Sabato 15 dicembre 2018    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - Cinema e spettacoloStefania Castella

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

15 Dicembre 2014
Sanremo, tra attese e disattese i nomi dei big
di Stefania Castella



Sanremo, tra attese e disattese i nomi dei big
Sanremo 2015

Una due giorni di attesa per gli italiani, divisi e sospesi tra sportivi e appassionati di musica. 

I primi hanno dovuto attendere un po’ di più, almeno fino a lunedì 15 dicembre, giorno in cui venivano definiti i sorteggi validi per gli ottavi della “UEFA Champions League” gli accoppiamenti per i sedicesimi e il tabellone degli ottavi di “Europa League”.

Per i secondi appassionati del bel canto, è bastata la domenica, giorno in cui sono stati definiti i nomi dei big della kermesse canora di Sanremo. La guida di Carlo Conti, promette guizzi e lazzi, e soprattutto belle canzoni, tanto da aver dovuto aumentare il numero dei partecipanti da sedici a venti. Dall’ “Arena” domenicale di Giletti, sciogliendo le riserve e la lista di nomi, lui stesso dichiara: “Sapreste trovare quattro da eliminare?”.

Apparentemente imbarazzato, il presentatore appare più preoccupato di dover giustificare gli esclusi che occupato a parlare dei prescelti. Glissa la polemica traducendola in “fraintendimento”, riguardo un Fausto Leali, (probabilmente) offeso dall'eliminazione ed espone la rosa dei big, divisi tra molte nuove e vecchie glorie. Cospicui i giovani. Primo fra tutti, Lorenzo Fragola, passato direttamente dal talent (X factor) al festival “i risultati di ascolto di x factor e l’exploit in hit parade del ragazzo, ci hanno convinti che fosse la cosa giusta da fare” giustifica Conti. Dai talent arrivano anche Annalisa Scarrone (Amici) e Chiara Galiazzo (x factor) entrambe già viste nell’edizione precedente della kermesse, e i nuovi “Amici” di Maria (de Filippi) Dear Jack, arrivati secondi al talent targato Mediaset. Il ramo rap è affidato a Moreno (Amici) e Nesli. Tra le donne, Malika Ayane e Nina Zilli, la perduta di vista da un bel po’: Irene Grandi, e l’esotica Lara Fabian, senza dimenticare Anna Tatangelo. Per il parterre maschile molti ritorni come quello di Marco Masini (che un festival, sezione giovani, lo ha anche vinto nel ’90, con “Disperato”) e Raf, Nek, Alex Britti e Gianluca Grignani, tutti accomunati da un forte bisogno di rilancio. Non mancano le accoppiate da “lo famo strano”, quelle sanremate, che aiutano a creare un po’ di curiosità, come il duo Biggio-Mandelli (“i soliti idioti”), e la ancor più strana coppia, Grazia di Michele e Maurizio Coruzzi (Platinette). Come ai tempi di “Elio e le storie tese”, promettono soprattutto spirito di divertimento. Meno divertito si immagina lo spirito degli esclusi, celebri nomi tra cui: Enrico Ruggeri, Patty Pravo (firmata da Sangiorgi dei Negramaro), Tiromancino, Anna Oxa, Matia Bazar, Loredana Bertè; insomma un parterre di tutto rispetto.

Attendiamo l’evento, sperando in nessuna delusione (valida anche per gli sportivi) e nessun rimpianto, anche se lo stesso Conti aggiunge citando gli esclusi “con almeno 20 di loro, potevamo mettere in piedi un altro Sanremo” … Incrociamo le dita, non ci resta che attendere ancora. In fondo, Sanremo è Sanremo.









  Altre in "Cinema e spettacolo"