Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Giovedì 23 settembre 2021    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - MusicaStefania Castella

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

19 Luglio 2021
Orchestra Scarlatti Young la rassegna di concerti continua tra i capolavori Mozart e Schubert un inedito esordio
di Stefania Castella



Orchestra Scarlatti Young la rassegna di concerti continua tra i capolavori Mozart e Schubert un inedito esordio
Cortile delle statue ph. Klaus Bunker

 

La rassegna di Concerti della Nuova Orchestra Scarlatti continua venerdì 23 luglio 2021 alle ore 19:00 nel Cortile delle Statue dell’Università Federico II di Napoli, in Via Paladino 39, con l’Orchestra Scarlatti Young e i Capolavori di Mozart e Schubert, e con l'inedito esordio di un diciannovenne campano.

 

 

Giovani direttori, giovani solisti, giovani compositori: proposte in linea con uno degli obiettivi della Comunità di Orchestre che sta crescendo intorno alla Nuova Scarlatti.

 

Per il decimo appuntamento della rassegna, l’Orchestra Scarlatti Young, diretta da Giuseppe Galiano, propone un programma che accosta due capolavori, entrambi composti a 18 anni di età: il Concerto per fagotto e orchestra K 191 di Wolgang Amadeus Mozart, con solista il giovane e talentuoso Mario Brusini; e la Terza Sinfonia di Franz Schubert, con la prima esecuzione della Fantasia di Ut, brano inedito del giovane Pierdavide Falco, classe 2002, che ritroveremo anche come Primo Oboe della Scarlatti Young. La Fantasia di Ut di Pierdavide Falco è una sorta di ballata orchestrale ricca di originali intrecci strumentali, armonie e impasti timbrici raffinati: una bella scoperta, che potrebbe essere foriera di interessanti sviluppi.

 

Il concerto per fagotto K 191 di Mozart del 1774, è una notevole tappa nell'evoluzione stilistica del giovane genio, per la maturità della scrittura orchestrale e per il linguaggio che si muove tra estroversione galante e sentimento, sfruttando appieno il timbro soffuso del fagotto.

 

La Terza Sinfonia in re maggiore, composta da Schubert nel 1815, è un'autentica primavera musicale, un capolavoro di energia, colore, ironia, culminante nella travolgente 'tarantella' del Presto finale: qui il classicismo di Haydn incontra il sorriso, modernissimo, dell'italiano Rossini.

 

 

Biglietti acquistabili su www.azzurroservice.net e punti vendita autorizzati.

 

Programma completo disponibile su www.nuovaorchestrascarlatti.it.

 

Info 0812535984 - info@nuovaorchestrascarlatti.it.

 

 








  Altre in "Musica"