Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Domenica 25 febbraio 2024    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - MusicaLuca Durante

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

11 Ottobre 2023
Inaugurata la stagione 2023/2024 del Lingotto Musica
di Luca Durante



Inaugurata la stagione 2023/2024 del Lingotto Musica
Credits: Giulia Catania
Non poteva avere inizio migliore la stagione del Lingotto Musica, che lunedì 9 ottobre è cominciata con il concerto inaugurale dedicato alla memoria della sua fondatrice e direttrice artistica, Francesca Gentile Camerana, scomparsa un anno fa.

La musicista, che ha dedicato gran parte della sua vita alla divulgazione della musica classica, è stata ricordata dalle parole del figlio che, sul palco, ha sottolineato la dedizione e l’impegno profusi dall’artista per la fondazione dell’Auditorium, fiore all’occhiello del territorio torinese. 

«Sarà una serata speciale per me, per la mia famiglia, per i soci, i sostenitori e gli amici di De Sono e Lingotto Musica, e per tutti gli appassionati torinesi di autentica cultura musicale.», ha dichiarato dal palco Benedetto Camerana. «In questo concerto inaugurale, De Sono e Lingotto Musica renderanno omaggio a mia madre, Francesca Gentile Camerana, che ha fondato, sviluppato e dedicato anni di lavoro a queste due associazioni, sempre con tanta passione, dedizione e energia». 

Sul palco l’Orchestra De Sono, formata quasi interamente da borsisti ed ex borsisti dell’omonima associazione, un’altra delle creature fondate da Francesca Gentile Camerana. Negli anni, l’associazione De Sono ha affiancato la formazione di decine di musicisti di spessore che hanno potuto in questo modo amplificare il proprio talento.

A dirigere l’orchestra Antonello Manacorda, torinese di nascita e oggi Direttore Artistico della prestigiosa Kammerakademie Potsdam dal 2010; anche lui tra gli ex borsisti dell’associazione De Sono. 

La proposta musicale della serata è stata incentrata su due compositori innovatori e particolarmente legati al romanticismo, Felix Mendelsshon-Bartholdy e Ludwig van Beethoven, capaci di scrivere pagine straordinarie della storia musicale. 

L’orchestra ha proposto dapprima Le Ebridi "La grotta di Fingal", ouverture in si minore, op.26 di Felix Mendelsshon-Bartholdy: una pagina di musica capace di trasportare l’ascoltatore in un’ambientazione fantastica e suggestiva, tra le coste della Scozia e le isole Ebridi. 

A seguire, sempre dello stesso compositore, il concerto per violino e orchestra in mi minore op. 64. Per l’esecuzione ha fatto il suo ingresso sul palco, accanto all’orchestra, la violinista Viktoria Mullova, tra le più affermate del nostro tempo. La musicista ha regalato al pubblico un’interpretazione toccante e di particolare delicatezza, capace di esaltare le note scritte dal compositore tedesco con la naturalezza che la contraddistingue. 

Nella seconda parte della serata, l’orchestra ha eseguito la sinfonia numero 4 in si bemolle maggiore op. 60 di Ludwig van Beethoven. Definita da Schumann "una slanciata fanciulla greca tra due giganti nordici", poiché di tono ben diverso rispetto alla Terza (l’Eroica) e la Quinta Sinfonia, tra le più conosciute e imponenti.

Le serate proposte da Lingotto Musica si confermano capaci di attirare un’ottima presenza di pubblico. I prossimi appuntamenti vedono in programma diversi nomi di spicco nel panorama musica, tra cui Riccardo Muti, Lang Lang, Gregory Sokolov e Giovanni Sollima

Il programma completo QUI
 
Crediti fotografici: Giulia Catania
 
 
 
 







  Altre in "Musica"