Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Venerdì 29 maggio 2020    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - SocietàStefania Castella

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

05 Aprile 2020
Giovanni Occelli addio ad una eccellenza italiana
di Stefania Castella



Giovanni Occelli addio ad una eccellenza italiana
Carla e Giovanni Occelli

SI È SPENTO AD 84 ANNI GIOVANNI OCCELLI

Aveva creato il "Burrificio Alta Langa". Oggi la figlia manda avanti il burrificio" I Segreti di Carla"

In silenzio come aveva vissuto si è spento uno dei papà della gastronomia italiana. Ad 84 anni è scomparso Giovanni Occelli, cognome celebre dell'agricoltura piemontese e del Tricolore. Giovanni Occelli era molto conosciuto ed apprezzato non solo a Farigliano (Cuneo) dove era nato l'8 febbraio del 1936 ma in tutta l'area dell'Alta Langa e da questo territorio speciale aveva preso le doti che hanno improntato la sua vita:" famiglia, umanità, onestà, rispetto della tradizione". La sua tenacia gli ha permesso di superare prove difficili con il supporto costante di Giuliana, sua compagna di vita e di lavoro, e delle figlie Claudia e Carla. Negli Anni Sessanta aveva cominciato la sua attività nella lavorazione artigianale di latte e derivati e soprattutto nella produzione del burro: ha lanciato e vinto sfide importanti con la creazione del "Burrificio Alta Langa" ed ha ottenuto importanti riconoscimenti come l' "Eccellenza Artigiana" della Regione Piemonte. Negli Anni Novanta si trasferisce a Bossolasco con la figlia Carla che ha ereditato e porta avanti gli insegnamenti del padre e che ora manda avanti il burrificio "I Segreti di Carla". "Il burro che crea oggi la figlia Carla e che vende anche nei vasetti di vetro pieni di acqua salubre è una assoluta ghiottoneria "- scrisse Edoardo Raspelli.








  Altre in "Società"