Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Domenica 26 gennaio 2020    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - TeatroStefania Castella

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

15 Gennaio 2020
Rassegna Primo Palcoscenico. Proroga del bando al 29 Febbraio 2020
di Stefania Castella



Rassegna Primo Palcoscenico. Proroga del bando al 29 Febbraio 2020
Primo Palcoscenico prorogato il bando

E' stata prorogata al 29 febbraio 2020 la scadenza del Bando indetto da Teatrosophia per PRIMO PALCOSCENICO, la rassegna che nasce dalla volontà di Guido Lomoro, direttore artistico dello spazio, di offrire il primo palcoscenico ad attori e attrici diplomati tra il 2017 e il 2019 in Accademie e Scuole D'Italia. “Quanti sono i giovani attori che dopo aver affrontato un percorso di studio hanno desiderio di mettersi alla prova su di un palcoscenico? Di mettere in pratica quello che hanno imparato davanti a un pubblico e sotto i riflettori?”, Da queste domande parte Lomoro per dare vita a questa rassegna che si preannuncia ricca di belle proposte. Domande che trovano risposta in Primo Palcoscenico che si terrà a Teatrosophia a giugno 2020. Il bando, pubblicato sul sito del Teatro, www.teatrosophia.com, richiede che venga presentato lo “Studio” di uno spettacolo teatrale, con più attori ma anche in forma di monologo, basato sia su testi originali che su testi noti. Una giuria composta da addetti del settore e dal pubblico, decreterà un vincitore al quale Teatrosophia offrirà una residenza di 60 ore finalizzata alla realizzazione dello spettacolo definitivo scaturito dallo “studio” e l’inserimento dello spettacolo stesso nella propria stagione 2020/2021. Più precisamente lo spettacolo aprirà la nuova stagione di Teatrosophia (ottobre 2020) e della residenza si potrà usufruire nel corso di tutto il mese di settembre 2020.

Teatrosophia via della Vetrina 7 Roma

Tel: 06 68801089 / 375 5488661








  Altre in "Teatro"