Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Martedì 21 maggio 2024    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - TeatroStefania Castella

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

01 Luglio 2021
Radure: Spazi culturali lungo la Via Francigena del Sud. Debora Caprioglio con Callas D'Incanto
di Stefania Castella



Radure: Spazi culturali lungo la Via Francigena del Sud. Debora Caprioglio con Callas D'Incanto
Debora Caprioglio

Sabato 3 luglio alle 21:30 presso la Cisterna Romana Debora Caprioglio in CALLAS D’INCANTO, scritto e diretto da Roberto D’Alessandro

 

Domenica 4 luglio ore 19 alla Chiesa di San Pietro L’OSPITE INDESIDERATO di GKO Company.

La terza edizione  di Radure. Spazi culturali lungo la Via Francigena del Sud a cura dei Comuni di Priverno, Segni, Maenza, Norma, Sezze e Cori grazie al finanziamento della Regione Lazio e nell’ambito del progetto integrato Invasioni Creative di ATCL – Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio, in collaborazione con la Compagnia dei Lepini, primo festival di valorizzazione del patrimonio culturale del sistema territoriale dei Monti Lepini attraverso la commistione tra le arti dello spettacolo dal vivo, le identità dei luoghi e la partecipazione attiva delle realtà operanti in questi splendidi paesaggi, si sposta a Segni, sabato 3 e domenica 4 luglio con due imperdibili appuntamenti che vedranno in scena  Debora Caprioglio e la GKO Company.

Sabato 3 luglio alle 21:30, presso laCisterna Romana,Debora Caprioglio sarà la protagonista di CALLAS D’INCANTO, scritto e diretto da Roberto D’Alessandro. L’attrice interpreta Bruna, fedele governante di Maria Callas, al suo servizio dal 1953 al 1977. Lei è stata l’ombra della Callas e come una Vestale, ne custodisce la memoria e i ricordi. Così ascoltiamo la storia che ci racconta e ci troviamo al suo fianco a spiare quasi con vergogna i palpiti di quel cuore, la sua felicità, il suo tormento, tutta la tristezza del mondo.

La sua statura artistica ha diviso il mondo dell’opera in prima e dopo la Callas. La sua capacità di interpretazione ha strappato la scena operistica all’affettazione dei gorgheggi fini a se stessi, ed è riuscita a dare un armonia ai personaggi del melodramma, mostrando sui palcoscenici di tutto il mondo un anima in una voce. La Callas in questo racconto non è una voce in una donna, bensì una donna con una voce. Cosi la sua vita aldilà della legenda si consumò nella tragedia, vissuta in maniera totale da eroi.

Esattamente questa dimensione mitica ha Bruna della Callas. La racconta con fervore e passione quasi religiosa, soffermandosi maggiormente sul tormento della sua anima.

Domenica 4 luglio (ore 19), allaChiesa di San Pietro, sempre a Segni, andrà in scena, invece,L’OSPITE INDESIDERATO di GKO Company.

L’OSPITE INDESIDERATO nasce dopo la visita alla chiesa di San Pietro a Segni. Il bene architettonico, con le sue caratteristiche e la sua storia, ci ha ispirato una riflessione su vita e morte. La chiesa cattolica, che crede nella resurrezione dopo la morte, nasce sulle rovine di un tempio pagano che invece celebrava unicamente la vita terrena. Lo spettacolo, prevalentemente danzato, vuole percorrere questo “viaggio” alla ricerca di un equilibrio tra gli opposti. I costumi di scena sono realizzati dal laboratorio sartoriale LA.B, sostenuto dal Centro Donna Lilith, associazione che da oltre trent’anni si occupa di lotta alla violenza di genere.

Nella direzione della ricerca di nuove forme di comunicazione e di coinvolgimento del pubblico, la G.K.O. Company fa' leva sul principio pedagogico della "trasformatività" secondo cui l'individuo apprende con l'esperienza. Sin dalla nascita, il teatro di G.K.O. Company si contraddistingue per la ricerca di linguaggi multidisciplinari. Rifiutando la concezione classica della perfezione finalizzata all’estetismo puro, si vuole sfruttare tutto il potenziale comunicativo dell'arte.

 Radure rappresenta un punto di confluenza per viaggiatori, di condivisione di idee, di divulgazione della cultura e delle arti dello spettacolo quale mezzi di conoscenza, di coesione sociale, di riscoperta della centralità dei territori e dei cittadini che li abitano. Come già le Vie Francigene dal Medioevo rappresentavano un attraversamento di confini ed un itinerario di conoscenza, così il Festival vuole essere un invito ad incontrare le bellezze storiche e architettoniche percorse dal cammino spirituale ed una scoperta delle realtà artistiche che operano stabilmente nell’area dei Monti Lepini.

La terza edizione presenta un’importante novità, con l’attivazione di sei percorsi di residenza artistica per le compagnie del territorio, volte alla produzione di performance inedite ispirate ai beni culturali oggetto di valorizzazione e aperte al coinvolgimento dei cittadini e delle Associazioni locali. Ciascuna residenza si avvale di un accompagnamento artistico curato dai tutor Bartolini/Baronio e Andrea Cosentino, che entrando in dialogo con i percorsi di creazione ed i processi di coinvolgimento delle comunità, favoriranno l’incrocio di sguardi e prospettive.

Il Festival si svolge in complementarità con il sistema di intervento integrato internazionale Invasioni Creative: ideato da ATCL nel 2016 e sperimentato nell'area dei Castelli Romani nel 2016/2017, mira a sviluppare strategie di progettazione partecipata, che consentano alle pratiche artistiche di essere parte integrante del processo di sviluppo attraverso la creazione ed il consolidamento di comunità di pratica territoriali. Nell’ambito di questa cornice progettuale, dal 2018 ATCL grazie alla collaborazione della Compagnia dei Lepini, promuove percorsi internazionali di formazione destinati alla comunità artistica e agli operatori culturali dei Monti Lepini, grazie ai finanziamenti del programma Erasmus+.

 

 

CALENDARIO

SEGNI

sabato 3 luglio ore 21.30

Cisterna Romana – Via Pianillo 

Debora Caprioglio

CALLAS D’INCANTO

scritto e diretto da Roberto D’Alessandro

Biglietto unico 8 euro

 

domenica 4 luglio ore 19.00

Chiesa di San Pietro – Via Pianillo 

GKO Company

L’OSPITE INDESIDERATO

in collaborazione con il laboratorio sartoriale LA.B sostenuto dal Centro Donna Lilith

con la cura di Bartolini/Baronio

ingresso gratuito

 

MAENZA

sabato 10 luglio ore 21.30

Castello Baronale – piazza del Duomo

Lucrezia Lante della Rovere

L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA

di Luigi Pirandello

adattamento e regia Francesco Zecca

musiche originali Diego Buongiorno

Biglietto unico 8 euro

 

domenica 11 luglio ore 19.00

Loggia dei mercanti - viale della Repubblica 23

Kalenda Maya Chorus

L'AMOR CHE MOVE IL SOLE E L'ALTRE STELLE

direttrice M° Maria Violanti 

pianoforte M° Enrico Angelini

percussioni Angelo Massari

in collaborazione con la comunità locale

con la cura di Andrea Cosentino

ingresso gratuito

 

CORI

sabato 17 luglio ore 21.30

Tempio d’Ercole - Piazza Tempio d’Ercole

Sebastiano Somma

IL VECCHIO E IL MARE

di Ernest Hemingway

e con Cartisia J. Somma

al violino il M° Riccardo Bonaccini

Biglietto unico 8 euro

 

domenica 18 luglio ore 19.00

Chiostro di Sant’Oliva - Piazza Sant’Oliva

MatutaTeatro

ENEIDE. A SOUND FILM

un progetto di Titta Ceccano e Francesco Altilio

regia di Julia Borretti

in collaborazione con l'associazione Arcadia e con il Museo della Città e del Territorio di Cori

con la cura di Andrea Cosentino

ingresso gratuito

 

NORMA

sabato 24 luglio ore 19.00

Parco Archeologico Antica Norba - Circonvallazione Norba 13

Roberto Gatto - Marcello Allulli - Pierpaolo Ranieri

IMPERFECT TRIO in concerto

Biglietto unico 8 euro

 

domenica 25 luglio ore 19.00

Chiesa di San Rocco - Piazza di Pietra

Acta Teatro

FILO DI PIETRA

in collaborazione con la comunità locale, musicisti, alunni e docenti dei laboratori a cura delle attrici/ autrici Lucia Viglianti e Marina Tufo

con la cura di Bartolini/Baronio

ingresso gratuito

 

PRIVERNO

sabato 31 luglio ore 21.30

Parco Archeologico Privernum - Strada Regionale 609 Carpinetana

Michele Placido

SERATA D’ONORE – a lezione da Placido… di cinema, teatro, poesia

con Gianluigi Esposito (voce e chitarra) e Antonio Saturno (chitarra e mandolino)

Biglietto unico 8 euro

 

domenica 1 agosto ore 19.00

Castello di San Martino – via San Martino

Compagnia Le Colonne

CARAVAGGIO PERDUTO

di Giancarlo Loffarelli

in collaborazione con la Comunità per minori temporaneamente privi d’idoneo contesto familiare Zagor di Roccagorga

con la cura di Bartolini/Baronio

ingresso gratuito

 

 

Il numero di spettatori è regolato da normativa prevenzione e gestione Covid - 19








  Altre in "Teatro"