Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Sabato 15 dicembre 2018    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - MusicaStefania Castella

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

18 Ottobre 2017
Marco Zurzolo e i Sax Maniacs al Day Twenty9 di Caserta
di Stefania Castella



Marco Zurzolo e i Sax Maniacs al Day Twenty9 di Caserta
La locandina dei SaxManiacs

Dopo il successo della Jam Sassion che ha riaperto le porte del 'Day Twenty9' di Caserta, l'Associazione 'Feelix' inviata il suo pubblico ad un nuovo appuntamento. Giovedì 19 ottobre, un gradito ritorno sul palco del club esclusivo: i Sax Maniacs. Un trio di saxofonisti a 'basso impatto ambientale', accompagnato da suoni percussivi che non necessita di grandi spazi né di amplificazione. Formatosi nei primi anni '90, il trio composto da Peppe D'Argenzio (sax alto), Gianni D'Argenzio (sax tenore) e Gianni Taglialatela (sax baritono), è una formazione stabile, nonostante le diverse attività musicali da sempre praticate dai sui elementi. I Sax Maniacs si sono esibiti nei diversi club che in questi ultimi venti anni, hanno praticato musica dal vivo in Campania. Nel 1992 hanno suonato in quartetto con Jean Louis Chautemps, storico sassofonista della scena jezzista francese, in un festival di Jazz franco-italiano all'istituto Grenoble di Napoli. Nel 2012 hanno calcato il palco del Teatro Comunale di Caserta, in una serata a sostegno della JuveCaserta, insieme agli Avion Travel e al duo Musica Nuda. Da alcuni anni sono accompagnati dal percussionista Luciano De Fortuna e sono pronti a sperimentare ancora, con ampliamenti ed integrazioni di organico. Peppe D'Argenzio, Gianni D'Argenzio e Gianni Taglialatela, condividono da anni l'unica grande passione per il Jazz che però, in questo trio, si esprime anche attraverso 'incursioni musicali'...pop, rock, funky…blues! La tecnica di arrangiamento maggiormente praticata è quella degli “head arrangements”: ovvero, come viene definita dagli americani, arrangiamenti per lo più creati insieme oppure partendo da piccoli spunti organizzati ed esibiti a memoria. Musica tramandata oralmente che garantisce spontaneità, imprevisto e rischio...oltre che sorpresa. Per l’occasione al Day Twenty9 i sassofoni diventeranno quattro con l’aggiunta di un prestigioso ospite il M° Marco Zurzolo con il suo sax alto per un ensamble ancora più dinamica. Marco Zurzolo laureato in flauto, in Composizione Jazz e in Sassofono presso il Conservatorio di Musica di Napoli oggi è docente di sax jazz presso i Conservatori di Napoli, Salerno e Avellino. Nel corso della sua carriera, ha avuto diverse esperienze musicali differenti, collaborando con molti artisti italiani e internazionali, tra questi: Archie Shepp, Chet Baker, Gil Goldstein, Omar Sosa, Joe Lovano, Arto Lindsay, Roul de Souza, Pietro Tonolo, Kocani Orkestar, Billy Preston, Brian Ferry,-Renaud Garçia Fons, Rita Marley, Solomon Burke, Van Morrison, Don Moye and Art Ensemble of Chicago, Mike Minieri, Enrico Pierannunzi, Stefano Bollani, Marc Johnson, Ensemble Vocale di Napolie moltissimi altri ancora. Dal 1995 ha iniziato a comporre. Da allora ha pubblicato 15 cd. Ha composto musiche per film di cinema molti, pezzi teatrali e televisivi. Per la sua composizione e la sua attività è stato assegnato numerosi riconoscimenti e premi, tra gli altri "il premio Qualità" del Ministero Italiano della Cultura. *Ingresso riservato ai soci. Per maggiori info: www.daytwenty9.it.









  Altre in "Musica"