Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Martedì 15 ottobre 2019    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Hi-TechAlla Drobyazko

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

01 Luglio 2018
Le case degli italiani sono le più tecnologiche, parola di Samsung
di Alla Drobyazko


Le case degli italiani sono le più tecnologiche, parola di SamsungSecondo uno studio condotto da Samsung, il Samsung Technomic Index 2015, le case italiane sono quelle più tecnologiche in Europa. La ricerca, che ha visto la partecipazione di 18mila utenti provenienti da 18 Paesi europei diversi, si incentrava sull’analisi delle abitudini di spesa e utilizzo rispetto ai dispositivi elettronici.

Secondo i risultati raccolti, una famiglia italiana possiede in media 19 dispositivi, tre in più rispetto all’anno precedente, con un relativo aumento anche delle ore trascorse ad usufruire di tanta tecnologica abbondanza, una media di 8,99 ore al giorno. Un dato di crescita lo registra soprattutto il tablet, che se nel 2014 si trovava in poco meno del 50% delle case italiane, quest’anno conta la sua presenza in quasi i due terzi delle famiglie, ovvero il 63%.

La casa, dunque, da semplice abitazione e luogo di scambio intimo con i membri del proprio nucleo famigliare diventa centro culturale personale. Le previsioni indicano una spesa media di 319 euro in prodotti hi-tech soltanto nei prossimi tre mesi; spesa che viene giustificata maggiormente se destinata all’acquisto di contenuti digitali che si ritengono e percepiscono come potenzialmente istruttivi, quali corsi online e tutorial, ma anche riviste e libri in formato digitale.

Tra i vari dispositivi per l’intrattenimento, la TV risulta giocare ancora il ruolo da protagonista: il 93% delle famiglie del Bel Paese continua a guardarla quotidianamente. È tuttavia cambiato il modo di approciarvisi: se prima se ne seguivano semplicemente i programmi, ora si sta diffondendo per esempio l’abitudine di inviare commenti in tempo reale su ciò che si sta guardando usando piattaforme come Twitter o di scaricare specifici contenuti di interesse.

Per finire, il cibo: si registra un aumento del 19% nell’utilizzo quotidiano di elettrodomestici per cucinare e una maggiore attenzione per programmi incentrati sulla cucina o i food blogger. Forse però questo dato, in un Paese così legato alle sue tradizioni culinarie come il nostro, è quello che stupisce meno. Non trovate?






  Altre in "Hi-Tech"