Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Domenica 20 gennaio 2019    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Hi-TechFrancesco Pisani

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

02 Novembre 2016
i droni si diffondono sempre pił
di Francesco Pisani



i droni si diffondono sempre pił
drone

Da anni ormai stiamo assistendo allo sviluppo costante dei droni ad uso civile.

 

Il tutto nasce, come capita spesso, in ambito militare. Infatti i veicoli da ricognizione sono ormai da tempo privi di pilota e di fatto radiocomandati. Si tratta di veicoli che operano a quote elevate e con autonomie estremamente lunghe. Questo permette di fare riprese e foto dettagliate ma soprattutto di non rischiare vite umane per missioni di ricognizione.

 

Questo è stato l’inizio, ma adesso man mano che si sviluppano e si potenziano le capacità dei motori elettrici e nello stesso tempo migliorano i sistemi di comunicazione a distanza anche per piccoli velivoli civili, stiamo osservando un livello crescente di questi oggetti. Prima erano giocattoli ma oggi ci sono in commercio veri e propri aerei con capacità di kilometri e anche quadricotteri, esacotteri etc con portate e capacità di voli davvero incredibili.

 

Il settore è in fermento e in continuo sviluppo sia sul canale dei droni per uso ripresa, quindi droni stabili e di dimensioni più importanti, sia su quello dei droni tecnici o da corsa. Cioè piccoli e agilissimi elicotteri con 3, 4 o anche 6 pale e capacità di accelerazione esagerate.

 

A tutto questo si affianca la tecnologia FPV. Per chi non lo sapesse, l’acronimo significa First Person View. Cioè calzando un paio di occhiali si vede ciò che la telecamera posta sul drone sta riprendendo. Bello accattivante ma soprattutto utile per i droni da corsa.

 

Per chi volesse cimentarsi e acquistare un drone la marche sono svariate. Da quelli giocattolo che si trovano nei supermercati, difficili da gestire perché di solito privi di stabilizzazione, a Parrot che pur rimanendo in campo ludico fa macchine davvero ben costruite e con capacità di volo eccellenti. Lo stesso di casi per la qualità delle riprese. E il tutto rimanendo su una spesa che spesso è inferiore ai 500€. In una delle prossime occasioni vi racconteremo le qualità di volo di uno dei loro modelli più diffusi.

 

Salendo ancora di caratteristiche e prezzi arriviamo ai prodotti della DJI con il super collaudato Phantom che oggi arriva fino al modello 4 pro e con un listino abbondantemente superiore ai 1.000€. certo, le caratteristiche dell’apparecchio sono eccellenti e speriamo di potervele raccontare quanto prima.

 

In una fascia di prezzo e qualità similare abbiamo poi i prodotti della Yuneec che propone il proprio entry-level il Thypoon a circa 1000 euro in Europa.

 

Anche in questo caso parliamo di un velivoli favoloso con fotocamera in 4k stabilizzato e controllato tramite gps.

 

Infine ci sono i prodotti da gara che possono essere o meno FPV come i famosi Wlakera. Veri proiettili del cielo.

 

Insomma, per giocare e divertirsi le scelta non mancano. Attenzione però alle regole di volo di questi oggetti. Consiglio di leggere con attenzione per non incorrere in problemi e multe.








  Altre in "Hi-Tech"