Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Martedì 21 maggio 2019    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

TravelGaia Massano

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

17 Luglio 2015
Volare lowcost conviene davvero?
di Gaia Massano


Volare lowcost conviene davvero?Sicuramente sarà capitato a tutti di trovare e usufruire di un volo di una compagnia low-cost che, a prezzi ridicoli, permette di coprire una tratta che con altri mezzi sarebbe economicamente inaffrontabile. Tuttavia, conviene davvero? Spesso le offerte sponsorizzate da queste grandi compagnie aeree sono davvero ghiotte, aggirandosi alcune neanche intorno alla decina d’euro, ma a ben guardare finiscono sempre per essere maggiorate di spese considerate accessorie ma che non si possono tuttavia evitare. Non parliamo solo delle tasse, delle spese di gestione, assicurazione, di quelle per la franchigia bagaglio o ancora di quelle relative al trasporto di un bagaglio da stiva, ma anche di quelle che si devono necessariamente affrontare per coprire una tratta particolarmente impegnativa da un aeroporto molto fuori mano. Certo, facendo i calcoli c’è sempre un margine di convenienza rispetto ai più tradizionali voli di linea, ma a questo punto non sarebbe forse meglio fare una stima del valore del proprio stress e soppesare in termini di denaro la propria salute? Potrete lasciare da parte le bilance per pesare i bagagli ante e post partenza, l’obbligatoria stampa del biglietto per evitare salate multe al check-in e il calcolo del tempo necessario per raggiungere la città da scali lontani dal centro cittadino (dove l’unico collegamento viene offerto a scadenza regolare da pulmini spesso gestiti dalla stessa compagnia aerea low-cost e il cui costo equivale a quello del biglietto aereo). In cambio finirete per fare un viaggio terribilmente comodo, in cui vi godrete la vista e qualche stuzzichino, eviterete il martellante via vai di hostess che cercheranno di vendervi persino l’aria e tutto questo senza costi aggiuntivi. "Conveniente" diverrà dunque potersi fare una vacanza che sia veramente tale.






  Altre in "Travel"