Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Lunedì 17 giugno 2019    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - FotografiaMarta Arnoldi

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

24 Gennaio 2015
Palazzo della Ragione, Milano I grandi spazi di Walter Bonatti
di Marta Arnoldi



Palazzo della  Ragione, Milano  I grandi spazi di Walter Bonatti
Walter Bonatti

 

Una mostra dedicata al grande alpinista bergamasco, che ha dedicato la propria esistenza alla scoperta dei luoghi più impervi, e li ha raccontati, per oltre trent’anni, in splendidi reportage. È difficile separare Bonatti dalle sue fotografie. Imparò a immortalare e a scrivere le proprie avventure con la stessa dedizione con cui si impadronì dei segreti della montagna. Grandi spazi aperti, incontaminati, estremi. Sono i mondi percorsi e protagonisti della mostra Fotografie dai grandi spazi, in corso a Palazzo della Ragione di Milano (fino all'8 marzo 2015). L'esposizione comprende circa 100 scatti.

 

«La fotografia è stata per me una necessità, all’inizio», ricorda lui stesso nei testi che accompagnano il visitatore, «ritraevo infatti le montagne che ero interessato a scalare. Poi, col passare del tempo, le mie riprese furono più dettagliate, descrittive, importanti per le mie esperienze, sempre crescenti, sempre più varie ed estese al mondo intero». Dalle cime del K2 al Monte Bianco, dai deserti estremi alla cima del Cervino. Dalle vette delle sue amate montagne al deserto australiano, dall'Antartide all'Isola di Pasqua.
Una passione impetuosa che lo porta a voler trasmettere a tutti le emozioni provate negli angoli più impervi e sconosciuti della Terra. "Ho cercato di mettermi nei panni del primo uomo sulla terra, un uomo che guarda affascinato e attento il mondo intorno a lui per trarne una lezione di vita". E con questo sguardo pieno di meraviglia e rispetto, e forte della sua preparazione di alpinista, spesso solitario, viaggia, sfida e affronta il luoghi più estremi del Pianeta. La mostra è uno sguardo sul mondo esterno ma è anche una storia introspettiva di un uomo che ha amato e rispettato la Natura fino a diventarne spesso un elemento integrante.

 

La mostra è promossa dal Comune di Milano - Cultura, Palazzo della Ragione, Civita, Contrasto e GAmm Giunti, e a cura di Alessandra Mauro e Angelo Ponta in collaborazione con l'archivio Bonatti.

 

Dove: Palazzo della Ragione - Piazza dei Mercanti - Milano 

Orari: tutti i giorni dalle 9.30 alle 20.30; giovedì e sabato dalle 9.30 alle 22.30. La biglietteria chiude un'ora prima dell'orario di chiusura. Lunedì chiuso

Ingresso: intero 10 euro, ridotto 8,50 euro comprensivi di audioguida








  Altre in "Fotografia"