Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Lunedì 06 luglio 2020    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - FotografiaGian Maria Rosso

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

27 Maggio 2020
Fotografiamo i cani in movimento
di Gian Maria Rosso



Fotografiamo i cani in movimento
Annabelle

 

Buongiorno a tutti i fotografi

 

 

Ma in modo particolare ai fotoamatori che sono bloccati dal covid-19 e stanno cercando spunti fotografici.

 

Proprio su questo argomento anche noi ci stiamo muovendo e ho scoperto la fotografia di animali. E in modo particolare i cani.

 

A febbraio eravamo andati al parco Zoom vicino a Torino, per testare il nostro nuovo 100-400mm Sony, e con l’occasione ripassare la fotografia naturalistica, che tanto ci manca.

 

In questo periodo, non potendo muoverci abbiamo iniziato con il cane del nostro vicino di casa. Molto difficile come inizio in quanto il cane aveva tutto il pelo nero e lungo, e in più correva tutto storto in quanto non più giovane. Così appena siamo potuti uscire di casa abbiamo combinato con il cognato che ha un Parsons Russell molto vivace. Però aveva il pelo corto e con due colori, così l’autofocus ho faticato di meno a mettere a fuoco gli occhi del cane (detta anche la “BELVA”)

 

Come obbiettivo ho portato un 70-200 f 2,8 (ma va bene anche un f4,0) aprendo a f 3.5 in modo da avere un buono sfocato.

 

Ho portato anche un cavalletto ma per fotografare un cane bisogna essere posizionati alla stessa altezza degli occhi del cane, e in questo caso 30-40 cm.

 

E questa è la stata la cosa più faticosa perché stare sdraiati ma con la testa alzata alla mia età non è il massimo. In tutto ho scattato circa 200 foto tenendo conto che ho messo lo scatto a raffica.

 

Ma quando ho iniziato a visualizzare le foto sul computer e ha svilupparle mi sono accorto che giocare con la post-produzione era molto emozionante.

 

Ho pubblicato un articolo con le migliori foto sul nostro sito www.domanisiparte.it

 

E se volete leggerlo andate su: https://www.phototravelling.it/dna-di-una-foto/come-ho-fotografato-annabelle/

 

In ogni caso sperimentare sarà sempre la tecnica migliore per ogni fotoamatore. Quindi provare e provare e mai arrendersi. Le idee verranno sempre da sole, un fotoamatore, se si considera tale Sicuramente non avrà mai problemi. Magari qualche volte si avranno momenti di sconforto, ma poi le idee arrivano di sicuro.

 

per informazioni info@phototravelling.it








  Altre in "Fotografia"