Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Lunedì 06 luglio 2020    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - FotografiaGian Maria Rosso

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

01 Giugno 2020
Un contest in cittą
di Gian Maria Rosso



Un contest in cittą
Torino

Cosa c’è di meglio di una sfida?

Una sfida fotografica per essere sicuri di non uscire dal tema che ci siamo imposti-

 

Prendiamo un amico, decidiamo una via o una zona molto ben limitata, un orario ( per esempio 1 ora) e iniziamo a scattare contemporaneamente

Perché questo? Per renderci conto che alla fine su uno stesso percorso e nello stesso tempo le persone vedono cose diverse e le interpretano in modo differente.

Intanto ognuno utilizza obbiettivi e aperture diverse, quindi le foto avranno un aspetto non uguale. Ma poi in quel momento i nostri sentimenti saranno diversi e quindi la visione del mondo ne resentirà

Nel link di seguito https://www.phototravelling.it/dna-di-una-foto/contest-fotografico-a-torino il racconto completo di una mattina a Torino, fotografando Via Roma alle 8.

La mia prima idea era riprendere i portici e le linee, ma poi dopo la seconda foto sono stati gli sguardi dei manichini che mi hanno colpito e in quasi tutte le foto seguenti li ho ripresi nella loro immobilità

Un contest ci aiuta a sperimentare stili diversi. Io normalmente scatto a colori, ma in questi momenti il BiancoNero mi ha affascinato, e per un mese mi sono imposto di scattare solo in b/n e con il settaggio in camera già b/n.

Giaà in viaggio con Alessandra ci accorgiamo di riprendere paesaggi e situazioni nelle città diverse, nonostante siamo sempre insieme, e spesso scattiamo contemporaneamente. Questo esercizio ci ha confermato che ognuno è diverso, e ha una visuale completamente differente.








  Altre in "Fotografia"