Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Domenica 25 febbraio 2024    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - FotografiaLuca Durante

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

03 Febbraio 2023
La fotografia umanista di Robert Doisneau a CAMERA Torino
di Luca Durante


La fotografia umanista di Robert Doisneau a CAMERA Torino"Quello che cercavo di mostrare era un mondo in cui mi sentivo a mio agio, in cui le persone erano gentili e dove potevo trovare la tenerezza che desideravo ricevere. Le mie foto erano come una prova del fatto che quel mondo può esistere."

CAMERA, in via delle Rosine 18, Torino, è un luogo che gli appassionati di fotografia conoscono sicuramente: si tratta di un centro espositivo che ospita mostre dedicate a scatti e artisti di rilievo del panorama nazionale e internazionale. Attualmente è allestita l’esposizione degli scatti del maestro francese Robert Doisneau.

Doisneau è uno dei nomi di spicco della fotografia umanista, movimento che metteva al centro l’essere umano ripreso nei suoi contesti sociali d’appartenenza.

Per i meno avvezzi al settore, è bene fare riferimento alla sua foto più iconica e famosa: Le Baiser de l'Hôtel de Ville, ovvero il Bacio davanti all'Hôtel de Ville, che non a caso è stata scelta come immagine di richiamo della mostra. Risalente al 1950, la foto immortala due giovani intenti a baciarsi nel viavai di una strada parigina. Piccolo particolare che non tutti conoscono: non si trattava di un bacio rubato a due innamorati qualunque, ma un atto di intimità ricreato da una coppia di attori ingaggiata dal fotografo per alcuni scatti di questo tipo in diversi luoghi della città. 

Insieme a una serie corposa di altri lavori, tutti rigorosamente in bianco e nero, il Bacio davanti all'Hôtel de Ville fa parte dell’interessante percorso proposto in questi giorni a CAMERA e che, mantenendo l’essere umano al centro dell’obiettivo, focalizza lo sguardo su periodi diversi di creazione e crescita di Doisneau come fotografo. Protagonisti i ritratti di bambini, portinaie parigine, operai delle Renault (il marchio automobilistico che lo assunse come fotografo pubblicitario per raccontare la vita di fabbrica), in una mescolanza di volti famosi, come quelli di Pablo Picasso e Jacques Prévert, e altri decisamente comuni. 

L’occhio di Doisneau e la sua capacità di cogliere l’attimo lasciano lo spettatore sospeso, in un richiamo alla riflessione e alla ricerca del dettaglio. È un percorso che permette di conoscere e approfondire la sua arte e che immerge pian piano lo spettatore negli umori della Parigi tra gli anni ‘30 e ‘70 del Novecento.

Ne risulta un percorso espositivo di sicuro interesse e da visitare con la giusta calma, così da cogliere tutta la potenza di questi scatti.

Il Bacio davanti all'Hôtel de Ville e tutte le altre opere dell’artista potranno essere ammirate anche nel giorno di San Valentino: il 14 di febbraio, ultimo giorno di mostra, sarà infatti organizzata una cena romantica proprio negli spazi espositivi di CAMERA. Il centro italiano per la fotografia si trasformerà per l’occasione in un esclusivo bistrot che darà modo alle coppie di vivere un’esperienza unica.

Per maggiori informazioni: https://camera.to/

 
 
 







  Altre in "Fotografia"