Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Domenica 20 settembre 2020    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

TravelGian Maria Rosso

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

16 Marzo 2020
Viaggiare? si ma da domani.......
di Gian Maria Rosso



Viaggiare? si ma da domani.......
Birmania

Viaggiare?

In questo periodo per noi Italiani non è più possibile ne consigliabile.

Intanto perché è vietato ma anche perché un po' in tutto il mondo giorno per giorno i governi si stanno finalmente rendendo conto del problema di questo virus e “con calma” iniziano a prendere le dovute precauzioni. Una di queste è chiudere le frontiere e respingere tutti gli stranieri. Peggio è per quei turisti che sono bloccati in nazioni dove la situazione sanitaria non è al massimo e in caso di malattia non si ha la sicurezza di una buona assistenza sanitaria.

Oggi, magari sei in Marocco dove tutto è ok, e poi chiudono le frontiere, e se ti ammali?  Che sicurezza puoi avere che ti possano curare come in Italia?

I governi stanno ragionando “in ordine sparso” quindi non si può prevedere cosa decideranno domani mattina!

Certo che di offerte molto allettanti di voli per destinazioni favolose, adesso ce ne sono molte.

Leggevo un articolo di un Tour Operator di Bali che raccontava che dà loro la vita continua come prima, dove tutti sono in spiaggia con giornate di sole, i turisti girano in motorino senza casco senza nessun problema.

Oltretutto ci sono meno turisti e quindi la vita è più rilassata e meno caotica.

Ma il T.O. si chiedeva se non fosse il caso di prendere anche lì qualche precauzione. D’altronde un po' di responsabilità nei viaggiatori ci vorrebbe, non sappiamo se siamo infetti, o se possiamo portare il virus verso luoghi incontaminati e diffonderlo.

Non possiamo saper se negli aeroporti (che si sono deserti) possiamo esser contaminati. E in aereo? E’ vero che sono vuoti e che quindi le distanze di sicurezza sono rispettate.

Quindi stare a casa con la casella di posta si riempie di offerte molto allettanti mi fa impazzire. Ogni giorno partirei per luoghi incontaminati, isole felici, verso culture da scoprire. E invece sono qui, bloccato. Meno male che ho un po' di foto da sistemare.

Meno male che questa estate abbiamo fatto un gran bel viaggio e quindi ne siamo ancora paghi. Meno male che a Londra siamo andati a Capodanno.

Meno male.

Siamo positivi, alla fine apprezzeremo di più quello che visiteremo e ce lo terremo come ricordo questo periodo.

Alla fine saremo più consapevoli, e magari impareremo anche a rispettare di più l’ambiente. E sì, questo fermo ci dovrebbe anche far riflettere su come rispettiamo l’ambiente e come dovremo comportarci, Oggi è il virus, domani (e lo sappiamo) sarà l’emergenza climatica a bloccarci.

Abbiamo tempo per riflettere e a proporre qualcosa.

 

per informazioni scrivetemi info@domanisiparte.it








  Altre in "Travel"