Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Venerdì 17 agosto 2018    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - Cinema e spettacoloStefania Castella

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

09 Febbraio 2018
Sanremo 2018 Il Festival di Baglioni? Vince tutto
di Stefania Castella


Sanremo 2018 Il Festival di Baglioni? Vince tuttoFestival dei record questa esplosiva 68esima edizione di Sanremo, sbaraglia anche nella sua seconda puntata la concorrenza soprattutto batte quasi definitivamente la precedente De Filippiana edizione, quasi dieci milioni di spettatori in media. Una bella soddisfazione per il mega direttore galattico, ormai preda dei social che ne hanno già fatto più di una gift meme e quanto altro ancora di social irriverente, Baglioni vince comunque per la classe l’eleganza il sapersi metter in gioco nonostante una rigidità che ancora non si scioglie e nonostante si sia lanciato in più di una performance. Terza serata avrò ancora l’apertura con le nuove proposte, i quattro giovani in gara si disporranno in classifica: al quarto posto Leonardo Maniero con "Bianca" terzo Eva con "Cosa ti salverà" secondo posto per Ultimo e "Il ballo delle incertezze" mentre al vertice si staglia Mudimbi con "Il mago". Colpisce in primis l’eleganza di Michelle, donna delle meraviglie di questo Sanremo, quindi ad aprire le danze di questa serata tra i big Giovanni Caccamo con "Eterno" potente, emozionato, emozionante, duetterà venerdì con Arisa. Lo Stato Sociale riporta il pezzo ormai tormentone "Una vita in vacanza" accompagnato dalla nonnetta ritmata, annuncio esibizione in coppia con Paolo Rossi e il Coro dell’Antoniano di Bologna. Segue Luca Barbarossa "Passami er sale" spaccato dolce amaro, la sua esibizione di venerdì’ sarà in coppia con l’attrice Anna Foglietta. E’ la volta del duo Enzo Avitabile Peppe Servillo con "Il coraggio di ogni giorno" sentori di Avion Travel eleganza di altissimo livello, proprio con gli Avion Travel duetteranno venerdì insieme anche a Daby Tourè. "La leggenda di Cristalda e Pizzomunno" di Max Gazzè racconto tenero dalle evocazioni medievali, un po’ come lui, il duetto sarà con Rita Marcotulli e Roberto Gatto rispettivamente accompagnatori con pianoforte e batteria. Roby Facchinetti e Riccardo Fogli cantano la loro "Il segreto del tempo" e duetteranno con Giusy Ferreri. Bella e super discussa sui social del giorno dopo, la performance della Hunziker che si esibisce interrotta da un coro "femminista" con improvviso flashmob donna supporter. Brave tutte, ma soprattutto dal messaggio importante che al di là di tutto, la battaglia contro il femminicidio, la discriminazione, la violenza, il divario tra uomo e donna, quella supremazia che troppe volte sfocia in momenti di cronaca, sia sempre nella memoria, che "questa battaglia la dobbiamo fare tutti, uomini e donne. Solo così si può andare avanti, l’unione fa la forza" sottolinea Michelle impegnata da tanto con l’associazione Doppia Difesa. Il momento tanto atteso era anche quello che rimetteva in gioco dopo la "sospensione" causa sospetto plagio, il pezzo Meta-Moro dato per vincente, ritornano in gara con la loro "Non mi avete fatto niente". Ermal Meta e Fabrizio Moro duetteranno con Simone Cristicchi.  Noemi scollatissima molto sexy, imbarazza direttore e co-conduttore, ride con i bellissimi occhi trasparenti e canta la sua "Non smettere di cercarmi" annunciando alla fine il duetto con Paola Turci. James Taylor l’atteso ospite straniero rievoca atmosfere altissime con una bella versione de La donna è mobile, e emoziona con il duetto You ’ve got a friend con Giorgia. The Kolors riportano la loro "Frida (Mai mai mai) annunciando che duetteranno con Tullio De Piscopo ed Enrico Nigiotti. Torna il momento Baglioni con canzone interrotta dall’introduzione questa volta della giornalista del Tg1 Emma D’Aquino che "duetta" con commento la memorabile "Sabato pomeriggio". Il tributo all’artista è questa sera dedicato a Fabrizio De André e Umberto Bindi, insieme a Gino Paoli e Danilo Rea, aleggeranno nell’aria del festival velatissime emozioni piene di ricordi all’ascolto de "La canzone dell’amore perduto" e "Una lunga storia d’amore". Il ritorno alla gara riparte da Mario Biondi che canta la sua "Rivederti" il suo duetto sarà con Ana Carolina e Daniel Jobim. Mattatrice della serata Michelle a parte, sicuramente la splendida Virginia Raffaele, prende in giro Baglioni trattandolo come un vecchietto pronto per l’ospizio, canta e danza elegante con lui, diverte tutti direttore compreso… Il colpaccio della serata resta comunque quello della amatissima band dei Negramaro rievocano la prima volta sanremese del "Mentre tutto scorre" ed anche la nuova "La Prima volta" ed emozionati intonano "Poster" con Baglioni. L’imitazione di Favino con Rolando Ravello a fare da traduttore ad un americanissimo Steve Jobs, sembra vincente. Presentano il nuovo device BaglionOne simil automa che con la solita ironia ed eleganza si presta al gioco prima di incepparsi sulla mitica Porta Portese… "54 anni di carriera e sono ancora qui. Ho partecipato più come autore che come interprete duetti con tutti e non con me?" dice a Baglioni Memo Remigi, incalzando una gag che aggancerà l’entrata di un altro fuoriclasse dalla comicità irresistibile il carabiniere in modalità interrogatorio Nino Frassica. Finisce così un’altra lunga ed impeccabile serata. La classifica finale di questa serata intanto sarà composta da: Max Gazzè, Lo Stato Sociale, Ermal Meta Fabrizio Moro, a seguire The Kolors, Barbarossa, Avitabile e Servillo, infine Mario Biondi, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, Giovanni Caccamo ed ultima Noemi.








  Altre in "Cinema e spettacolo"