Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Sabato 17 agosto 2019    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

ModaAlla Drobyazko

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

11 Settembre 2018
La moda degli anni '40
di Alla Drobyazko



La moda degli anni '40
La moda degli
anni '40

Iniziata la seconda guerra mondiale e la moda è cambiata. 

La silhouette si semplificò, perché c'erano le normative che regolavano la quantità di stoffa da usare per ogni capo di abbigliamento.
"Dovete risparmiare se volete essere alla moda" ha pubblicato Vogue nel 1941 sotto una foto della gonna accorciata. Per un cappotto non si poteva usare più di quattro metri di stoffa e per una camicetta non più di un metro. Le giacche spesso non avevano la fodera. Le gonne erano al ginocchio, dritte o leggermente svasate.
Le stoffe naturali venivano sostituite con quelle sintetiche per risparmiare. Si affermò la praticità e la versatilità nell’abbigliamento; le donne usavano la fantasia e cucivano dei vestiti con diversi materiali, a volte anche con le tende.
Le case cosmetiche europee smisero di produrre i trucchi e le donne usavano diversi materiali come il vino o il carbone. Solo in America era rimasta la produzione di cosmetici.
Tanti importanti stilisti come Coco Chanel e Elsa Schiaparelli chiusero la produzione nel periodo di occupazione.

La stampa a righe era la più diffusa.

Inutile dire che il colore che andava più di moda era il cachi.

 

La linea delle spalle continuava ad essere dritta come negli anni '30. Le donne usavano le spalline imbottite molto alte.
L'indumento più desiderato era il collant, ma non veniva più prodotto per il pubblico femminile perché il nylon e la seta si usavano per fare i paracaduti. Le donne per fare una bella figura imitavano i collant disegnando dietro le gambe una riga.


Alla fine degli anni '40 la silhouette iniziò a cambiare. Le gonne diventarono più lunghe e più ampie. Le donne accettarono volentieri le novità come il corsetto e la gonna a ruota.

 

Una delle icone dello stile dalla quale s’ispiravano le donne negli anni ’40 era Rita Hayworth, nome d’arte Margarita Carmen Cansino, attrice e ballerina statunitense. 








  Altre in "Moda"