Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Venerdì 18 ottobre 2019    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

ModaFrancesco Pisani

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

10 Ottobre 2019
Basilea 2019
di Francesco Pisani



Basilea 2019
Basel2019

Come tutti gli anni non potevamo mancare all’appuntamento con la importante rassegna di alta orologeria e gioielleria che si tiene a marzo a Basilea. Bella e ricca città nel nodr della Svizzera.

Quest’anno abbiamo trovato degli importanti cambiamenti rispetto agli anni precedenti. Cambiamenti di lay out ma anche di numero degli espositori. Questo per diversi motivi. In primis perché la rassegna è stato trovato un accordo con l’expo che si tiene a Ginevra il mese precedente. Infatti le 2 rassegne risultano ridondanti e occorreva prendere una decisione per la reciproca convivenza. La soluzione trovata è stata quella per il 2020 di mettere le 2 expo una di seguito all’altra. Questo permetterà agli addetti del settore di non dovere pagare 2 biglietti aerei e 2 trasferte a così poco tempo. Inoltre molte maison hanno deciso di scegliere tra le 2 fiere. Anche questo per ovvi motivi di riduzione costi. La differenza è stata ad esempio che tutto il gruppo Swatch e i relativi marchi hanno mancato l’appuntamento con Basilea per coprire Ginevra. Altri importanti gruppi come Rolex, invece, hanno fatto la scelta opposta. Insomma possiamo riassumere dicendo che il settore e il mondo delle fiere è in completa riorganizzazione. Staremo a vedere.

Venendo alla mostra possiamo dire che sono state tante le novità portate un po’ da tutti. Il focs vorrei metterlo su Patek che ha deciso cambi di movimento e di cassa su alcuni dei modelli più ricercati come il Nautilus e l’Acquanaut. Troviamo infatti le nuove casse da 42 mm invece dei precedenti 40,8mm sui modelli in oro bianco. Abbinati a quadranti e relativi bracciali di colore blu profondo e verde militare. Molto belli e subito molto richiesti. Come tutti gli sportivi.

In casa Rolex troviamo nuove declinazioni dei GMT. Troviamo adesso il bracciale Jubileè sul Batman con ghiera blu-nero a scapito del bracciale oyster. Scelta che dal punto di vista estetico non ci pare csì azzeccata ma tanto anche questo modello risulta già introvabile. Abbiamo poi nuovi colori e nuove casse sui modelli yacht master. In particolare abbiamo adesso il modello in oro bianco e ghiera nera in ceramica che risulta davvero apprezzabile con il suo bracciale in caucciù ereditato dai modelli Daytona in oro. Scelta azzeccata.

Belle  novità anche da Hublot cui va il nostro plauso per uno stand innovativo e in cui faceva bella mostra anche una Ferrari cui la maison è legata ormai da anni anche in F1.

Meraviglioso anche lo stand di Bulgari, la cui conferenza stampa è stata un successo.

Particolarmente degno di nota lo stand di Jacob & Co. Per la bellezza dei pezzi portati. Veri e propri segnatempo astronomici con meravigliose casse in cristallo che permettono di vedere il movimento e le sfere dei pianeti da ogni angolazione. Davvero un sono seppure per pochi. Ricordiamo il legame che questa casa ha con Bugatti e che unisce così 2 eccellenze assolute del lusso.

Insomma abbiamo trovato una Basilea rivista e corretta ma sempre affascinante. Vedremo con i cambiamenti del 2020 cosa ci aspetterà.

 








  Altre in "Moda"